PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA

PTOF

Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa (P.T.O.F.) è il documento programmatico e informativo più importante di un istituto. Esso esplicita l’intenzionalità educativa e formativa dell’Istituto, attraverso le risorse (umane, professionali, territoriali, tecnologiche ed economiche) che ha a disposizione, valorizzandole al meglio per conseguire una proficua sinergia con utenti e territorio. La Legge 107/2015 di Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione ha ridefinito la durata e le modalità di stesura e approvazione del Piano, che è elaborato dal  Collegio dei Docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal Dirigente  Scolastico  (Linee  di  Indirizzo)  e  successivamente  approvato  dal Consiglio d’Istituto. Il PTOF risulta quindi essere un documento articolato con una funzione anche organizzativa ed amministrativa, che va oltre la tradizionale informazione sull’identità culturale e progettuale della scuola.

La sua stesura parte è il risultato di un processo che parte dall’analisi dei dati del RAV (Rapporto di autovalutazione di Istituto) e dalla conseguente individuazione dei punti di forza e di debolezza della scuola,  definendo successivamente gli obiettivi prioritari dell’Istituto. A valle di questo processo si delinea quindi un percorso progettuale su base triennale del curricolo, dei progetti didattici, dell’offerta extracurricolare, definendo anche i rapporti con altri Enti ed Istituzioni del territorio che possano concorrere allo sviluppo del piano, oltre alle modalità organizzative più idonee e alla richiesta dei docenti necessari al pieno raggiungimento degli obiettivi in base alla normativa sull’organico funzionale.

 

PTOF 2019-2022

PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PERSONALE DON GAVINO PES

Il Piano triennale di formazione e aggiornamento del personale è finalizzato all’acquisizione di competenze per l’attuazione di interventi di miglioramento e adeguamento alle nuove esigenze dell’Offerta Formativa Triennale e rispecchia le finalità educative del Piano Triennale dell’Offerta formativa dell’Istituto, le Priorità e i Traguardi individuati nel RAV, i relativi Obiettivi di processo e il Piano di Miglioramento.

La formazione e l’aggiornamento in servizio sono elementi imprescindibili del processo di:

– costruzione dell’identità dell’Istituzione scolastica;

– innalzamento della qualità della proposta formativa;

– valorizzazione professionale.

Il presente Piano di formazione-aggiornamento, redatto sulla base delle Direttive ministeriali, degli obiettivi del PTOF e dei risultati dell’Autovalutazione di Istituto, nonché sulla base delle necessità di formazione emerse e le conseguenti aree di interesse, tiene conto dei seguenti elementi:

  • bisogno, espresso dai docenti, di rafforzare le competenze progettuali, valutative, organizzative, pedagogiche e relazionali, per affrontare i cambiamenti che la società propone;
  • esigenza di conoscere l’evoluzione del quadro normativo;
  • attenzione alla sicurezza e alla salute nell’ambiente di lavoro;
  • approfondimento di   aspetti   culturali, epistemologici   e   didattici    sia    disciplinari    sia interdisciplinari;
  • necessità di implementare la relazione con le famiglie, il territorio e i referenti istituzionali, con particolare riferimento all’inclusione, a specifiche problematiche e alle difficoltà di apprendimento.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

  • CCNL 29.11.2007
  • art. 1 della Legge 13 luglio 2015 n.107, in particolare: commi da 12 a 19: Piano Triennale dell’Offerta Formativa; commi da 56 a 62: Piano Nazionale Scuola Digitale: commi da 70 a 72: Reti tra Istituzioni Scolastiche;
  • commi da 121 a 125: Carta elettronica per aggiornamento docenti di ruolo, in particolare il comma 124 – “la formazione in servizio dei docenti di ruolo è obbligatoria, permanente e strutturale, nell’ambito degli adempimenti connessi con la funzione docente; “Le attività di formazione sono definite dalle singole istituzioni scolastiche in coerenza con il Piano Triennale dell’Offerta Formativa”;
  • nota MIUR prot. n. 2805 dell’11/12/2015-Orientamenti per l’elaborazione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa – Piano di Formazione del Personale  –  Reti di scuole e  collaborazioni esterne: “La Legge 107 contempla attività di formazione in servizio per tutto il personale”;
  • nota MIUR prot. n. 000035 del 07/01/2016 – Indicazioni e orientamenti per la definizione del piano triennale per la formazione del personale;
  • Nota MIUR “Prime indicazioni per la progettazione delle attività di formazione destinate al personale scolastico” del 15 settembre 2016;
  • D.M. n.797 del 19 ottobre 2016 – Piano per la formazione dei docenti 2016-2019

LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DOCENTE

Il presente Piano vuole offrire ai docenti una vasta gamma di opportunità e si sviluppa nel rispetto delle seguenti priorità:

  • essere coerente con i bisogni rilevati all’interno dell’Istituzione scolastica  per  implementare strategie educative e per migliorare negli studenti le competenze sociali e culturali affinché producano un’effettiva ricaduta per una efficace prassi didattica ed organizzativa;
  • fornire occasioni di riflessione sui vissuti e le pratiche didattiche;
  • fornire occasioni di acquisizione di conoscenze utili al miglioramento del rapporto educativo e alla facilitazione degli apprendimenti;
  • favorire il rinforzo della motivazione personale e della coscienza/responsabilità personale;
  • migliorare la comunicazione tra i docenti, aumentando contestualmente conoscenza e stima reciproca;
  • fornire occasioni di approfondimento e aggiornamento dei contenuti delle discipline in vista della loro utilizzazione didattica.

L’Istituto organizza, sia singolarmente sia in Rete con altre scuole, corsi che concorrono alla formazione sulle tematiche sopra individuate.

Oltre alle attività d’Istituto, è prevista la possibilità di svolgere attività individuali di formazione scelte liberamente ma in piena aderenza al RAV, al Piano di Miglioramento e alle necessità formative individuate per questa Istituzione Scolastica. Si riconosce e si incentiverà la libera iniziativa dei docenti, da “ricondurre comunque a una dimensione professionale utili ad arricchire le competenze degli insegnanti e quindi la qualità dell’ insegnamento” – nota MIUR prot. n. 000035 del  07/01/2016  –  Indicazioni  e  orientamenti  per  la  definizione  del  piano  triennale  per  la formazione del personale, la quale definisce la politica formativa di Istituto e di territorio.

Il Piano Nazionale per la formazione degli insegnanti definisce con chiarezza gli obiettivi per il prossimo triennio. Sono previste 9 priorità tematiche nazionali per la formazione:

  • Lingue straniere;
  • Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento;
  • Scuola e lavoro;
  • Autonomia didattica e organizzativa;
  • Valutazione e miglioramento;
  • Didattica per competenze e innovazione metodologica;
  • Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale;
  • Inclusione e disabilità;
  • Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile.

PIANO DI FORMAZIONE PERSONALE DOCENTE E A.T.A. “DON GAVINO PES”

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE 

Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) è un progetto pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione,  come previsto nella   Legge 107/2015 e potrà essere attuato fino al 2020, anche grazie alla figura dell’animatore digitale (introdotto proprio dal PNSD), una figura che può diventare strategica affinché finalmente cambi qualcosa in certe realtà della scuola italiana.

Il MIUR (Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca), al fine di sviluppare e di migliorare le competenze digitali degli studenti e di rendere la tecnologia digitale uno strumento didattico di costruzione delle competenze in generale, adotta, dal 2016, il Piano nazionale per la scuola digitale, in sinergia con la programmazione europea e con il Progetto strategico nazionale per la banda ultra larga. Le istituzioni scolastiche devono, quindi, promuovere,  all’interno dei PTOF (Piano Triennale dell’Offerta Formativa) e in collaborazione con il MIUR, azioni coerenti con le finalità, i principi e gli strumenti previsti dal Piano.

Il Piano, pluriennale, punta a diffondere le nuove tecnologie nelle scuole e a  promuovere l’idea di apprendimento permanente   attraverso tutta una serie di azioni (35) che sono state già finanziate, attingendo alle risorse messe a disposizione dalla Legge 107 e dai fondi strutturali europei (PON Istruzione 2014-2020).  Con il PNSD vengono incentivate le nuove tecnologie , che entrano in classe in maniera più diffusa per supportare la didattica e far sì che studenti e  docenti interagiscano con modalità didattiche costruttive e cooperative, attraverso app da sfruttare come ambienti o strumenti di apprendimento, favorendo una didattica meno trasmissiva e  più operativa.

Fondamentale sarà  la formazione del personale:  non solo la formazione in servizio per l’innovazione didattica e organizzativa, ma anche la formazione iniziale, per i neoassunti, sull’innovazione didattica.

Un ruolo importante  nell’ambito dell’accompagnamento  alla realizzazione del Piano digitale sarà sicuramente, in ogni scuola,  quello dell’animatore digitale.

Gli animatori digitali sono docenti di ruolo che hanno il compito di seguire per il prossimo triennio le attività legate al digitale nella propria scuola e,  secondo l’Azione 28 del PNSD, potranno diventare figure di sistema importanti per la creazione di ambienti di apprendimento innovativi  e la realizzazione di una cultura digitale condivisa.